Elaborare le perdite subite a causa del sisma

Published on: Author: admin
estense

Cento. Nel terremoto si fa esperienza della fine: le case crollano, l’economia è in ginocchio, i legami si spezzano a causa della perdita di alcuni cari, il senso di appartenenza e l’identità di ciascuno risultano fortemente minati. L’iniziativa “Uno sguardo al cielo. Elaborare le perdite” che si terrà a Cento a partire dal 12 maggio offrirà spunti di riflessione sul senso della perdita causata da eventi cosi traumatici e sulle possibilità di elaborarla, avviando processi di ri-costruzione e ridisegnando nuovi progetti di vita.

Nell’ambito dell’iniziativa sono previste 3 conferenze con proiezioni filmiche:”Elaborare la perdita di un figlio”, con Paola Bastianoni, docente di psicologia dinamica presso l’ Università di Ferrara e responsabile scientifico del progetto “Uno sguardo al cielo-Percorso di avvicinamento all’elaborazione del lutto”;”Comunicare la morte ai bambini” con Chiara Baiamonte, psicoterapeuta, e l’incontro per la presentazione del libro “Uno sguardo al cielo. Elaborare il lutto” con la partecipazione di Paolo Panizza, amministratore unico di Amsef, degli autori, e di Stefano Ravaioli, giornalista di Telestense. Il volume, rivolto non solo agli addetti ai lavori -psicologi/psicoterapeuti- ma a tutti coloro che di recente o nel passato sono stati colpiti da eventi dolorosi e drammatici come la morte di un congiunto, di un amico, di una persona significativa. Il volume, realizzato grazie al contributo di diversi professionisti, si pone l’obiettivo di offrire un percorso teorico ed esperienziale che consenta a chi sta attraversando un lutto o semplicemente a chi vuole avvicinarsi al tema della morte, di riconoscere, comprendere ed empatizzare con i vissuti più ricorrenti legati a eventi drammatici ma universali che accomunano tutti gli esseri umani.

Sarà inoltre allestita all’esterno della Pinacoteca Civica la performance artistica di Giordano Pariti dal titolo “Aquae motus”: un invito, rivolto a tutta la comunità di Cento, a scrivere o rappresentare con l’acqua le sensazioni legate ai giorni ingrati del terremoto.

Programma di “Uno sguardo al cielo. Elaborare le perdite”

12 maggio ore 21.00
Casa Pannini, Corso Guercino 74
Elaborare la perdita di un figlio
con Paola Bastianoni

28 maggio ore 21.00
Casa Pannini, Corso Guercino 74
Comunicare la morte ai bambini
con Chiara Baiamonte

31 maggio ore 16.00-19.00
Area antistante la Pinacoteca Civica Il Guercino, via Matteotti 16
Aquae Motus. Installazione artistica di Giordano Pariti

4 giugno ore 21.00
Casa Pannini, Corso Guercino 74
Presentazione del libro “Uno sguardo al cielo. Elaborare il lutto”
con la partecipazione dei curatori Paolo Panizza e Paola Bastianoni, degli autori e di Stefano Ravaioli, giornalista di Telestense

Partecipazione gratuita. Info: tel. 051/6843334 www.comune.cento.fe.it